RECENSIONE: LA VERITÀ SUL CASO HARRY QUEBERT DI JOEL DICKER

Buongiorno,
ecco qui il mio pensiero su un thriller che mi è piaciuto veramente tanto...

La verità sul caso Harry Quebert
di Joel Dicker
                                               
Genere: Thriller
Editore: Bompiani
Prezzo: € 9,90 (ebook € 5,99)
Pagine: 775
Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d’America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell’oceano. Convinto dell’innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent’anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo. La verità sul caso Harry Quebert è un fiume in piena, travolge il lettore e lo calamita dalla prima all’ultima pagina. è il giallo salutato come l’evento editoriale degli ultimi anni: geniale, divertente, appassionante, capace di stregare prima la Francia, poi il mondo intero.
La verità sul caso Harry Quebert è un fiume in piena, travolge il lettore e lo calamita dalla prima all’ultima pagina. è il giallo salutato come l’evento editoriale degli ultimi anni: geniale, divertente, appassionante, capace di stregare prima la Francia, poi il mondo intero.

Recensione
Se devo essere sincera, causa forse l'elevata mole o quasi sicuramente per la copertina poco accattivante, al momento dell'uscita di questo libro, nonostante lo vedessi ovunque, non ho provato assolutamente il desiderio di leggerlo.
Un giorno però, diversi mesi dopo la sua uscita, una mia amica inizia a parlarmi di un libro pazzesco, in cui la trama è un intreccio spettacolare, tutto sembra possibile ma allo stesso tempo non lo è, e sembra quasi di leggere due libri in uno, alchè mi incuriosisco e scopro che si tratta dello stesso libro che avevo snobbato mesi fa, La verità sul caso Harry Quebert.
Non mi resta quindi che iniziarlo e con mia grossa sorpresa il libro diventa come una droga, mi è praticamente impossibile staccare i miei occhi dalle sue pagine. Mi ritrovo quindi immersa in un libro che ne contiene un altro e tramite flash back vengo portata avanti tra presente e passato.
Ed è proprio questo passato ad attirare la mia attenzione, infatti nel 1975 scompare ad Aurora, una cittadina nei pressi del New Hampshire, Nola Kellergern un'adolescente di 15 anni. Nessuno sa che fine abbia fatto quella ragazza finchè dopo 30 anni, Nola Kellergern, viene ritrovata morta nel giardino di Harry Quebert, uno scrittore americano originario di Aurora.
Harry per dimostrare la sua innocenza chiede l'aiuto di Marcus  Goldman, suo pupillo ai tempi dell'università e scrittore del momento.
Apparentemente l'innocenza di Harry è quasi evidente ma più Marcus va a fondo per ricostruire gli eventi di quell'anno e più le dinamiche della scomparsa di Nola e l'evidente implicazione di Harry sembrano coincidere.
Il lettore quindi insieme alla penna di Marcus, che ha deciso di scaggionare il suo amico scrivendo la verità, ripercorrerà, attraverso le testimonianze degli abitanti di Aurora, la vita di Nola è Harry.


Il Romanzo di Dicker è veramente ben scritto e lo svolgimento della storia tra passato e presente, coinvolge talmente tanto il lettore che è difficile staccarsi dalla sua lettura, nonostante la quantità delle pagine poi.
Come qualsiasi thriller che si rispetti anche La verita sul caso Harry Quebert riserverà molti colpi di scena che manderanno continuamente fuori pista il lettore.
Da notare però che il filo conduttore a tenere salda tutta la vicenda in realtà non è la scomparsa e poi l'omicidio di Nola, ma la storia d'amore che troverete nascosta fra le righe.
Insieme agli sviluppi della storia si intrecceranno anche le storie dei due scrittori, entrambi infatti si battono per scrivere "il libro", quello che esce fuori solo una volta nella vita, Harry veramente sembra quasi averlo già scritto, ma sarà realmente così?

"Un bel libro, Marcus, non si valuta solo per le sue ultime parole, bensì sull'effetto cumulativo di tutte le parole che le hanno precedute. All'incirca mezzo secondo dopo aver finito il tuo libro, dopo averne letto l'ultima parola, il lettore deve sentirsi pervaso da un'emozione potente; per un istante, deve pensare soltanto a tutte le cose che ha appena letto, riguardare la copertina e sorridere con una punta di tristezza, perché sente che quei personaggi gli mancheranno. Un bel libro, Marcus, è un libro che dispiace aver finito."

3 commenti

  1. Anche io ho trovato questo romanzo molto coinvolgente, nei pochissimi giorni in cui l'ho letto non riuscivo proprio a staccarmi e il passo che hai riportato nel tuo post è uno dei miei preferiti, perchè in molti casi, una volta terminata la lettura di un romanzo, ho sentito la mancanza dei suoi personaggi appena chiusa la quarta di copertina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' semplicemente meraviglioso questo libro... ^_^

      Elimina
  2. Wow, Che bella recensione.....
    Questo libro sembra essere davvero meraviglioso, bisogna leggerlo assolutamente ^_^

    RispondiElimina

Powered by Blogger.