mercoledì 22 giugno 2016

SESSO, AMORE E CROCCANTINI DI FLAVIA BORELLI

Salve reders,
avete finito di pranzare? Come stiamo messi a temperature? Qui oggi fa un caldo allucinante quanto vorrei prendere il posto del mio gattone e buttarmi in un angolo all'ombra a sonnecchiare ma purtroppo il dovere (le fatture) mi chiamano...ma a proposito di gatti ecco qui un libro con protagonisti i miei amici gatti.

Titolo: Sesso, Amore e Croccantini

Autore: Flavia Borelli
Editore: Fazi Editore
Genere: Narrativa
Prezzo: € 15,00 (ebook 6,99)
Pagine: 150

Storia d’amore (e sesso...) fra Giuda, giovane gattone di campagna, bello, un po’ magico e grosso come una lince, e Micioara, matura gattina di città, dalle zampe lunghissime e il manto nero, ammaliante come una pantera. Esasperata dal perenne calore della micia, che da tempo reclama il suo diritto all’amore, la “padrona” di Micioara richiede in comodato d’uso un rustico gatto maschio. Nonostante una sua vita mondana, la donna è la tipica signora sola di mezz’età con gatto, anzi gatta, e desideri analoghi a quelli della micia, cui tuttavia sembra aver rinunciato da tempo dopo una serie di sventure sentimentali.Le amiche e gli amici che fanno da coro ipotizzano che se la micia riuscisse a risolvere i suoi problemi amorosi si romperebbe l’incantesimo malefico che accomuna gatta e umana, che finalmente potrebbe uscire dalla sua solitudine. Nel corso di una sola, lunga giornata, esaltante per la micia e per il gattone, meno per la povera “padrona”, mentre Giuda e Micioara si danno da fare tra tonnellate di croccantini, vetri rotti e urlacci, la donna deve comunque recarsi al lavoro, tra telefonate e perentorie suonate di campanello, proteste dei vicini e schiamazzi. Durante ore per lei massacranti, riaffiorano così i ricordi di una vita: felicità, tristezze, episodi comici, lutti. Ma cala finalmente la notte. E chissà che Giuda non abbia rotto l’incantesimo...
Parto subito con il dire che essendo una gattofila doc, in genere tutto quello che riguarda i gatti (anche la ricetta del veterinario) lo leggo con molta passione... quindi immaginate il mio entusiasmo quando la casa editrice mi ha proposto la lettura di questo libro (tra l'altro con un titolo molto simpatico), ma purtroppo con "Sesso, amore e croccantini" non è assolutamente scoccato il colpo di fulmine.
Nei primi dieci capitoli in realtà il libro è anche molto divertente, ci troviamo di fronte ad una storia dove i veri protagonisti anzi la vera protagonista è Micioara una gattona nera e snob in calore che, per esternare tutto il suo "amore", continua a fare i bisogni in ogni angolo della casa, alchè esasperata dal perenne calore della micia, la "padrona" capisce che è arrivato il momento di risolvere la situazione. State pensando alla sterilizzazione? Assolutamente no...decide semplicemente che è arrivato il momento di trovarle un bel gattone per dare sfogo a tutti i suoi bisogni sessuali...
La padrona quindi inizialmente combina, grazie ad un inserzione che ha trovato in un negozio di animali, una sorta di fidanzamento in "casa" tra Mimí un altro gattone nero e la sua Miciora, ma dopo diversi incontri, la situazione non sembra cambiare, Micioara continua a schizzare e di gattini neanche l'ombra...
Così stufa di ustionarsi continuamente le mani con la varecchina per mandare via il cattivo odore per i richiami amorosi di Micioara, decide di usare le maniere forti, state pensando nuovamente al veterinario? No, neanche questa volta, la "padrona" infatti decide di chiedere imprestito a Lamberto,  il muratore tutto fare nel palazzo, uno stallone di campagna.
Il 29 aprile (l'autrice gioca molto con le date del 29 e 30 aprile) entra a far parte, nelle vite della padrona single ormai quarantenne e della gatta semi-repressa come la padrona, un bellissimo micione grigio e enorme quasi quanto una lince, Giuda.

Vada come vada, constatato che a Micioara per ora é andata di lusso, perchè Giuda non solo è talmente vitale da provocarmi una certa invidia, 
ma è anche un gran bel gatto, e per giunta più giovane di lei! Toy cat...
Sempre ammesso che sia un gatto, perchè a me sembra una lince, piuttosto!

E anche se all'inizio Micioara è molto diffidente, tra azzuffate, miagoli disumani, "disastri territoriali" e tonnellate di cibo e croccantini, finalmente i due inizieranno a fare scintille.


E fin qui grazie anche agli anedotti raccontati dalla "padrona", agli incidenti condominiali e alle amiche che hanno fatto per tutto il tempo il tifo per Giuda, ipotizzando che se Micioara riusciva a rimanere incinta anche la "padrona" sarebbe riuscita a trovare il suo principe azzurro, il libro prende una piega abbastanza scorrevole e divertente ma dopo un po', leggendo, leggendo... il succo è sempre lo stesso...
Non si parla altro che di questi due gatti, del loro accoppiamento, poi della loro separazione, degli schizzi, il calore ecc...quindi se all'inizio l'ho trovato divertente dopo un po' il mio interesse è iniziato a scemare  trovandolo addirittura un po' troppo statico per i miei gusti.
Fortunatamente Giuda, alla fine riesce a rompere il tanto profetizzato "sortilegio" e quindi Miciora riuscirà a dare alla luce una gattina, Titania, e la sua "padrona" a fidanzarsi con Giovanni il viceprefetto Santamaria, nipote della perfida Madame Lustruct, ma purtroppo neanche questo è servito a farmi risalire l'interesse per Sesso, amore e croccantini.



5 commenti:

  1. Mi dispiace che non sia stata una recensione entusiasmante perché questo libro, da amante dei gatti quale sono, l'avevo puntato anche io.
    Ma se di fatto si riduce tutto a pipì e calore.. mh, anche no. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo dire "lettura" ovviamente, ma visto che la tua è una recensione mi è scappata la parola mentre scrivevo il commento! xD

      Elimina
    2. ahahah tranquilla ahahah comunque leggilo lo stesso magari a te trasmetterà qualcosa che a me non è arrivato guarda cosa è successo con Vertigine ;-)

      Elimina
  2. Micioara...ahahahah! Peccato però :(

    RispondiElimina
  3. A me è piaciuto molto! Amando molto i gatti ed essendo -al momento- proprietà di 4 di loro... mi ci sono molto divertita!

    RispondiElimina