RECENSIONE: THE TOWER-IL MILLESIMO PIANO DI KATHARINE MCGEE

Eccomi nuovamente qui con voi Gattolettori,
oggi non so perchè ma sono tremendamente euforica e per questo motivo, voglio parlarvi subito di un libro fantastico che è riuscito a catturarmi e a sorprendermi fino all'ultimo capitolo.
E' stata sicuramente una lettura particolare, a tratti anche un po' impegnativa a causa del numero dei protagonisti, ma fidatevi, una volta capito il meccanismo, diventerà un vero gioiellino.


The Tower
Il millesimo piano
diKatharine McGee

Genere: Distopico
Editore: Piemme
Prezzo: € 17,00 (ebook 8,99)
Pagine: 463
Uscita: 9 Maggio
Manhattan, 2118. New York è diventata una torre di mille piani, ma le persone non sono cambiate: tutti vogliono qualcosa, e tutti hanno qualcosa da perdere. La spregiudicata Leda, che brama una droga che non avrebbe mai dovuto provare e un ragazzo che non avrebbe mai dovuto toccare. La viziata Eris, che dopo aver perso tutto in un istante vuole risalire, ma presto comincerà a chiedersi quale sia veramente il suo posto. L'intraprendente Rylin, che un lavoro ai piani alti trascinerà in un mondo - e in una relazione - mai immaginati: la nuova vita le costerà quella vecchia? Il geniale Watt, che può arrivare ai segreti di ciascuno e, quando viene assunto per spiare una ragazza, si troverà imprigionato in una rete di bugie. E sopra tutti, al millesimo piano del Tower, vive Avery, disegnata geneticamente per essere perfetta. La ragazza che sembra avere ogni cosa, tormentata dall'unica che non dovrebbe nemmeno desiderare...
Recensione

The Tower - Il millesimo piano è un distopico con i "contro fiocchi"... sono rimasta veramente colpita dalla storia e dall'intreccio di questo libro. I personaggi sono tanti, cinque, e forse questo agli inizi, causa un po' di rallenamenti e sbalzi di concentrazione nella lettura ma appena si impara ad entrare nella meccanica del libro, la narrazione diventa più fluida.
Così leggendo, mi sono ritrovata a fare la conoscenza di Avery, la ragazza perfetta che vive una vita perfetta al millesimo piano della Tower. Ma Avery è poi così perfetta?
Di Leda e Eris, che pur avendo una migliore amica in comune, Avery, sono tanto diverse quanto è la loro indifferenza reciproca. E se invece scoprissero di avere qualcosa oltre ad Avery che le accomuna?


                          AVERY

Al millesimo piano del Tower vive Avery: la ragazza perfetta, con una vita perfetta. All’apparenza. Il suo è il segreto più grande e il più oscuro…

L’unico ragazzo che Avery avrebbe davvero voluto baciare era quello che non avrebbe mai, mai potuto essere suo.

Per tutta la vita non aveva fatto altro che sentirsi dire quanto era bella… Dagli insegnanti, dai ragazzi, dai suoi genitori. Ormai quell’aggettivo aveva perso ogni significato.

I Fuller avevano speso anni e un’enorme quantità di denaro per concepire Avery. Non era sicura di quanto fosse costata davvero, ma immaginava che il proprio valore fosse di poco inferiore a quello del loro appartamento.

Leda come Avery, vive nei piani alti della Tower tra i confort e gli agi di tutti i giorni ma questo, non le ha impedito di entrare nel giro della droga, per disintossicarsi è stata costretta a passare l'estate dentro un centro ma ovviamente... nessuno conosce questo segreto. La viziata Eris invece, in un istante ha visto la sua vita cambiare drasticamente, passando dalla ricchezza, alla povertà. In un primo momento ha provato a vivere la vita di sempre, nascondendo la sua condizione agli altri ma ben presto continuare a mentire, diventerà molto faticoso.

Abbiamo poi i protagonisti dei piani bassi, come Rylin che, ancora giovane, ha dovuto lasciare la scuola e trovarsi un lavoro affinchè, lei e la sorella minore, possano continuare a vivere insieme.
Ed è proprio a causa di questa priorità che si caccerà nei guai. A chiudere il quartetto c'è il geniale Watt che, grazie alle sue doti di hacker ha potuto crare Nadia, una IA proibita che è stato però impiantata nel suo orecchio. Attraverso Nadia, Watt è in grado di arrivare ai segreti più nasconti di ognuno.



             ERIS

È la più vecchia amica di Avery e proviene da una famiglia facoltosa da generazioni. È capricciosa e frivola, ma anche piena di energia, scintillante e magnetica. Sarà ancora così, ora che la sua vita si sta frantumando un pezzo dorato dopo l’altro?

I numeri scesero sotto il trecento.
«Mamma» disse in tono brusco «esattamente quanto in basso stiamo andando?»

Eris scosse la testa, sopraffatta da una rabbia improvvisa. Avery semplicemente non capiva. Era la stessa di sempre, indifferente ai meschini problemucci degli altri dall’alto del suo lussuoso appartamento al millesimo piano, mentre lei aveva perso tutto. In tutti gli anni della loro amicizia, Eris non aveva mai provato un risentimento così forte per Avery come in questo momento.

Le vite di questi 5 ragazzi, pur essendo, ognuna diversa da quella dell'altro, ben presto si intrecceranno fino a ricondurci nel momento del tragico finale, che ci viene anticipato nel prologo iniziale.
Uno dei cinque infatti sta precipitando dal Millesimo piano della Torre!

LEDA

Spregiudicata, determinata a usare ogni mezzo per ottenere ciò che vuole. Avery è la sua migliore amica, ma adesso tra loro ci sono segreti incoffessabili…

Leda sorrise sui capelli dell’amica, staccandosi delicatamente da lei. Fece un passo indietro, alzò lo sguardo… e tutte le sue insicurezze tornarono all’improvviso. Vedere Avery era sempre uno shock.

Le faceva male, un dolore sordo e pulsante come un livido, il pensiero che l’unico ragazzo a cui avesse mai tenuto fosse letteralmente fuggito via dopo aver fatto sesso con lei.

Neppure la rabbia era stata sufficiente a placare la sofferenza che le procurava pensare a lui.

Leda aveva accettato molto tempo fa di non essere bella. Era troppo austera, spigolosa nei lineamenti e nel corpo, e il suo seno era praticamente inesistente. Ma aveva la bella carnagione scura di sua madre e la bocca piena di suo padre.                                                 E c’era qualcosa di interessante nel suo viso, un’intelligenza acuta e vivace che spingeva la gente a guardarla due volte.

E' stato proprio questo inizio inebriante ad aver catturato fin da subito, tutta la mia attenzione... dovevo assolutamente sapere... scoprire e capire chi stava cadendo dalla torre e perchè.
E grazie alla bravura dell'autrice che ci ha fornito cinque punti di vista differenti, affidando la narrazione a Avery, Eris, Leda, Watt e Rylin, il tutto diventa ancora più misterioso. Ognuno ha infatti una motivazione per porre fine alla propria vita o essere ucciso... con il supporto poi di personaggi secondari come Atlas e Cord, sembrerà di vivere in un intrigo pazzesco.

L'ambientazione poi, è un qualcosa di straordinario che va oltre qualsiasi tipo di immaginazione. La McGee infatti è stata capace di creare una città utopica impensabile, in cui New York, diventa una gigantesca torre di 1000 piani, ma vi pensate?
All'apice dei piani alti troverete una società ricca e consona allo spreco, mentre ai piani bassi della torre, quasi non si riesce ad arrivare a fine giornata. Sembrano due mondi completamente diversi, due mondi che non vogliono incontrarsi o avere niente in comune ma in realtà, condividono tutti lo stesso luogo, la torre.


WATT

È in grado di scoprire i segreti di chiunque grazie a Nadia. Nadia però è il suo segreto, e la sua vita verrebbe distrutta se fosse scoperto…

Cosa le dico?

Compra un pacchetto di M&M’s al pompelmo dal distributore automatico, siediti accanto a lei e comincia a mangiare,
disse Nadia.
Davvero? Era un consiglio bizzarro persino per Nadia, che spesso suggeriva le soluzioni più strane e meno dirette a un problema.
Ti ho mai dato un consiglio sbagliato finora?

«Non hai mai l’impressione che la gente pensi di conoscerti, ma in realtà non è così, non possono perché non conoscono la cosa più importante di te?»
«Be’, in effetti sì.» Nessuno sapeva di Nadia, eppure lei era profondamente e inestricabilmente connessa a tutto ciò che Watt pensava, sapeva e faceva.

Se ancora non lo avete capito, sono stata letteralmente rapita da questo romanzo... altro che Leda, sembravo io la drogata, più leggevo e più volevo arrivare alla fine per avere una spiegazione.

Se mi doveste chiedere però in quale genere letterario collocare questo libro, non saprei proprio come aiutarvi, per me infatti in The Tower troverete tutto quello che si può cercare in un libro!
E' un Distopico, la società futuristica dentro la torre ne è un chiaro esempio ma allo stesso tempo è anche un Romance: amori, litigi e delusioni si intrecceranno per tutto il romanzo; Non manca il lato Fantascentifico - Sci-fi, legato a tutte quelle tecnologie per cui io potrei impazzire dalla gioia... ma vi immaginate cosa sarebbe avere una cabina armadio che mi acconcia i capelli? I mie capelli poi che sono peggio di quelli di Telespalla Bob?
Per non farci mancare niente poi c'è anche il lato misterioso quello del Thriller, chi sta precipitando? E' stato un incidente o un omicidio?


RYLIN

Dolci lineamenti coreani e luminosi occhi verdi. Dopo la morte della madre è lei a occuparsi della sorellina e farebbe qualunque cosa per tenere unita la famiglia, a qualunque costo. Ma cosa succederà quando si troverà divisa tra il nuovo amore dei piani alti e il ragazzo che ha sempre avuto accanto?

Si ritrovò davanti alla porta della camera da letto cercando il coraggio per entrare. Non c’è niente di strano, si ripeté. È solo un ragazzo come un altro. Ma anche se era stata nella stanza di Hiral un mucchio di volte, entrare nella camera da letto di un estraneo le procurava disagio. Era una cosa troppo intima…

«Cosa desideri più di ogni cosa?»
«Essere felice» disse Rylin senza riflettere.
«Troppo generico. Ovvio che tu voglia essere felice. Tutti vogliono essere felici» replicò lui. «Forse la domanda più corretta è, cosa ti rende felice?»
Rylin fece roteare lo champagne nel suo bicchiere, guadagnando tempo. All’improvviso non era più sicura di cosa la rendeva felice.

Un istante dopo si avvicinò e le posò le mani sulle spalle. Rylin si voltò lentamente verso di lui. Puoi fermarlo, ricordò a se stessa, ma non lo fece, perché non poteva o forse semplicemente perché non voleva. Le sembrò di essere in una sorta di trance, che il tempo si fosse fermato e tutto il mondo stesse trattenendo il respiro.

Vi consiglio assolutamente di leggere questo libro anche perchè se inizierete il Prologo poi... non potrete fare a meno di arrivare fino alla fine...

"A volte l'amore e il caos sono la stessa cosa"


2 commenti

  1. Ciaoo!!! Ho creato una tbr e ho inserito la lettura di questo libro!!! Non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
  2. Ciaooo! Bellissima recensione, mi hanno regalato questo libro per il compleanno e credo proprio che lo leggerò a breve. Comunque mi confermi che si tratta di un autoconclusivo?

    RispondiElimina

Powered by Blogger.