L'ANGOLO DEGLI AUTORI EMERGENTI #28

Eccomi nuovamente qui,
prima abbiamo iniziato la giornata dedicata agli Autori Emergenti con la Pagina 69 e il nuovo libro di Paoletta Maizza, ora sono qui per farvi vedere qualche segnalazione.


Autore Emergente se ti sei appena sintonizzato sul mio blog, il giovedì è dedicato a te quindi scegli come vuoi avere un po' di visibilità (segnalazione o pagina 69) e invia un email a gattolibraio@libero.it con il libro 

Sia per la pagina 69 che per la segnalazione dovrai inviarmi il seguente materiale:
- Libro da segnalare
- Piccolo estratto a piacere del libro
- Biografia
- Foto autore/autrice o qualcosa che vi rappresenti Avviso: Tutte le email sprovviste di questo materiale non saranno neanche prese in considerazione

LA SPIA E IL GUARITORE - CRISTINA AZZALI

Editore:
Sensoinverso Edizioni
Genere: Fantasy
Pagine: 287
Prezzo: € 21,00 (ebook € 4,99)
Uscita: 21 Settembre 2017
Una notte di tempesta. Una corsa contro il tempo. La vita di un cavaliere appesa a un filo.

L'agguato subito dal giovane Arthur si abbatte come un fulmine improvviso sul gruppo dei viandanti, sconvolgendone dinamiche e piani. La missione incombe, ora impossibile da rimandare. Cedere ai sensi di colpa sarà rischioso, poiché ad attenderli c'è un viaggio avventuroso verso l'assolata Vhalesia; qui, Gwinneth e gli altri dovranno stringere nuove, curiose alleanze, muovendosi con cautela nel dominio di un avversario insidioso e potente. Un gioco fatto di astuzie, sotterfugi e inganni, che potrebbe mutare le sorti dell'intero Continente.

ESTRATTO

Fu quando, dopo una notte penosamente trascorsa a lottare contro una violenta tosse, sul guanciale di seta del sovrano furono trovate delle tracce di sangue, che Wilbur, Wilfred e Yorick Balfour compresero che al padre non sarebbe rimasto molto da vivere.

Nonostante la crescente preoccupazione dei medici e dei figli, Re Wynstan rifiutò di sottoporsi a qualsiasi cura gli venisse proposta, poiché ogni rimedio prevedeva un elemento che nessun reggente
avrebbe mai potuto permettersi, nemmeno alla veneranda età di ottantadue anni: il riposo. 
Nulla pareva capace di farlo ricredere, né gli accessi di tosse che gli squassavano le membra, riducendolo spesso sulle ginocchia, né le notti insonni, quando il dolore lo assaliva con spaventosa ferocia, lasciandolo solo a lottare contro la bestia che sentiva agitarsi nel petto, mordendo e lacerando le sue carni infuocate. Le urla strazianti, le imprecazioni e le preghiere, i gemiti convulsi emessi quando si affannava per trovare un po’ d’aria appartenevano al buio, all'intimità dei suoi appartamenti, non potevano trovare posto nelle vaste e sfarzose sale del suo palazzo, accompagnarlo nell’adempimento dei suoi doveri di re, né, tantomeno, agitarsi nei pensieri e sulle bocche dei suoi sudditi. Tuttavia, malgrado la tenacia con cui le si opponeva, la malattia consumava il suo corpo in maniera lenta ma inesorabile, così come i venti gelidi erodono le cime delle montagne, e finì per abbattere anche il suo spirito.

BIOGRAFIA




Cristina Azzali è nata nel 1989 e vive a Lazise (VR) con tre gatti: Akira, William Shakespeare e Regan. Coltiva, fin dalla più tenera età, l'amore per la lettura, al quale, nel corso degli anni, si sono affiancate la passione per la storia del cinema e quella per la scrittura. Con SensoInverso Edizioni ha pubblicato il suo romanzo d'esordio, L'eredità della spada, nel 2015.




LA RIVINCITA DEGLI ULTIMI - GINALUCA MALATO

Editore: Self Publishing
Genere: Steampunk
Pagine: 36
Prezzo: € 3,63 (ebook € 0,99)
Uscita: 24 Settembre 2017
Alexandros è un contadino che vive nell'Italia del Medioevo, in un periodo cui la Chiesa opprime i braccianti e li obbliga a versare delle imposte insostenibili. Un giorno, l'arcivescovo gli chiede di infiltrarsi in una misteriosa confraternita capeggiata da Elia, un carismatico leader che il Vaticano sospetta di eresia. Alexandros scopre che l'uomo è un ingegnere che ha imparato a controllare la forza motrice del vapore e che ha inventato macchine che svolgono in pochi minuti il lavoro che un contadino svolgerebbe in giorni. Lo scopo dell'inventore è instillare nei contadini il concetto di "riscossa sociale" ed egli è convinto che le macchine a vapore possano essere lo strumento per rendere liberi tutti gli oppressi del mondo. Scettico e confuso, Alexandros dovrà capire se abbandonare i dettami di una vita sempre uguale e decidere da che parte stare.

ESTRATTO

La luna era piena e luminosa e Alexandros poté osservare incredulo il frutto di quel lavoro. La terra era perfettamente arata, ma invece di impiegare mezza giornata di lavoro erano occorsi solo pochi minuti. Spalancò la bocca, stupefatto.
«Che ne pensi?»
«Sono senza parole.»
«Le parole verranno, abbi fede.»
Alexandros si girò verso di lui aggrottando le sopracciglia.
Elia, intuendo i dubbi dell'amico, gli sorrise. «Adesso che non devi più sgobbare come un animale per lavorare la terra, hai più tempo per te stesso. Più tempo per pensare.»
«Pensare a cosa?»
«Alla tua libertà, amico mio.» Aveva nel tono di voce la leggerezza di chi crede nelle sue parole. «Chiediti solo questo: per quale motivo dobbiamo ancora essere servi della gleba? Perché dobbiamo abbassare la testa di fronte ai feudatari e al clero? La terra la lavoriamo noi, quindi è nostra, così come sono nostri i suoi frutti, nati dalla nostra fatica. Perché devono ingrassare i nostri padroni? Soprattutto, perché dobbiamo avere dei padroni?» Nel descrivere quel mondo così diverso dal loro, Elia assunse uno sguardo trasognato. «Con una macchina come questa potremmo prenderci cura delle nostre terre e lavorarle in pace per il nostro fabbisogno e per la nostra ricchezza. Pensaci, Alexandros. Una macchina del genere potrebbe rendere liberi tutti i contadini dal giogo dei padroni.»
BIOGRAFIA


Gianluca Malato è nato a Erice nel 1986. Scrive per diletto sin dall'età di 16 anni, pubblicando romanzi brevi e racconti di genere fantastico in vari siti Internet specializzati. Nel 2008 comincia a collaborare come redattore con il giornale online Fantascienza.com, per il quale scrive notizie sul mondo del cinema e articoli di divulgazione scientifica, inoltre ha collaborato con il portale Silenzio-In-Sala.com, con la rivista Fantasy Magazine e con il blog Ossblog.it. Trasferitosi a Roma, si laurea in Fisica Teorica con indirizzo Meccanica Statistica dei Sistemi Complessi presso l'Università "La Sapienza", trovando successivamente lavoro nel settore informatico. Nel 2014 pubblica con la formula del self-publishing una seconda edizione del suo primo romanzo "Il Golem". Nello stesso anno la rivista Fantasy Magazine pubblica il suo racconto di genere sword and sorcery "Razziatori di tombe", ambientato nello stesso contesto fantasy del romanzo "Il cuore di Quetzal", sempre del 2014 ed edito da Nativi Digitali Edizioni. Nel 2015 pubblica i racconti "La Maschera d'Oro" e "Il Demone di Fuoco", brevi spin-off de "Il cuore di Quetzal". Nello stesso anno pubblica a puntate il romanzo fantasy "La Torre del Gigante" e si avvicina al genere Steampunk pubblicando con Dunwich Edizioni il romanzo breve "Vapore Nero" e i racconti "Sulla rotta della Black Steam" e "Il sogno di Icarus". Nel 2016 pubblica il racconto horror "L'isola del male", ispirato i miti di Cthulhu di H.P. Lovecraft. L'anno successivo pubblica il racconto steampunk "La rivincita degli ultimi".

CONTATTI

Sito Web: www.gianlucamalato.it
E-mail: gianluca@gianlucamalato.it
Facebook: facebook.com/gianlucamalato
Twitter: twitter.com/gianlucamalato
Google Plus: google.com/+GianlucaMalato

LA CORSA - MICHELA BELOTTI

Libro in Preordine su www.bookabook.it

‘La Corsa’ è la storia di Sara, nata e cresciuta nella provincia di Bergamo. Una ragazza semplice, una sognatrice. Una sera autunnale si trova a correre lungo un viale alberato, ferita e terrorizzata. Dell’aggressione subita e dei giorni precedenti non ricorderà nulla, vittima di amnesia. Nel tentativo di recuperare i tasselli mancanti della sua storia, si troverà coinvolta in un fatto di cronaca nera. Insieme all’amica Lisa e al Tenente dei Carabinieri Castelli, incaricato delle indagini, cercherà di discolparsi dalle pesanti accuse. Riuscirà Sara a fare luce sulle ombre della sua memoria?
Un’altalena di emozioni racchiuse in un adrenalinico racconto thriller; una personale rivisitazione su più piani narrativi del genere noir, condito da humor nero e a tratti romance.

ESTRATTO

Sto correndo a perdifiato lungo un viale alberato, fra le foglie autunnali viscide e ormai moribonde incollate al suolo. Sento solo il mio respiro affannato, il battito del cuore che rimbomba fino in gola e lo scalpiccio sul selciato ancora umido.

È una serata tiepida, il sole ormai già tramontato da un pezzo. Una leggera brezza soffia tra le fron-de degli alberi e mi schiaffeggia. Sembra quasi che il vento voglia sussurrarmi qualcosa. È tutto de-serto, solo un paio d’auto parcheggiate sul lato della strada opposto a quelle villette a schiera tipiche dei quartieri a ovest della città. I lampioni rischiarano appena il percorso.

Non so dove sto andando, so solo che devo correre. Ho paura. Sono consapevole che non devo ral-lentare, ma non ce la faccio più, non sono allenata, non ho più respiro. Mi fermo, gli occhi vacui, vedo solo in bianco e nero. Tutti i colori spariti in quest’attimo di follia che mi ha spinto ad arrivare fin qui. Mi piego, le mani sulle ginocchia. Inspiro l’aria frizzante e mi sento un po’ meglio. È in questo preciso instante che riprendo a notare i colori, anzi uno solo in particolare: una macchia sull’addome, sembra vernice rossa vermiglio. La tocco, è fresca e appiccicosa, la tocco e la porto alla mia vista. Solo in questo preciso momento ho la certezza, ciò che i miei sensi hanno già capito da tempo, ma che non volevo realizzare. È sangue.
BIOGRAFIA


Sono nata a Bergamo 33 anni fa. Mi hanno sempre appassionato la letteratura, il cinema, la politica e ovviamente la scrittura. Da adolescente ero ammaliata dalle appassionanti penne giornalistiche di Montanelli e Fallaci. Avrei dato un braccio per saper mettere su carta i pensieri come facevano loro. Ho sempre amato leggere fin da piccolissima, mi faceva evadere dalla realtà, e sognavo un giorno di creare storie mie. Ho scritto articoli di vario taglio per piccoli giornali di distribuzione locale. Dopo essermi diplomata in Ragioneria ho intrapreso studi umanistici. Oggi vivo ai piedi delle valli bergamasche con un marito, una figlia, due conigli e un gatto. Lavoro presso un’azienda come contabile, anche se non ho mai smesso di scrivere. Amo viaggiare e sorprendermi sempre per le piccole cose. 'La corsa' è il mio primo romanzo.

Se qualche titolo vi ha incuriosito potrete acquistarlo cliccando direttamente qui sotto.


Nessun commento

Powered by Blogger.