REVIEW PARTY: LA RAGAZZA DEL MARE DI SARA ZARR

Eccomi nuovamente qui,
ora per presentarvi il Review Party di un nuovo libro targato Leggereditore, La ragazza del mare di Sara Zaar.


La ragazza del mare
di Sara Zarr

Genere: Romanzo
Editore: Leggereditore
Prezzo: € 14,90 (ebook 4,99)
Pagine: -
Uscita: 9 Novembre 2017

Dopo che il padre l’ha sorpresa sul sedile posteriore di una macchina insieme a Tommy Webber, la vita della giovane Deanna è diventata un incubo. A distanza di due anni suo padre, che non riesce a perdonarle quell’errore, a stento riesce a guardarla in faccia. Anche se Tommy è l’unico ragazzo con cui sia mai stata, l’intera scuola la etichetta come una “ragazza facile”. Non potendo contare sull’aiuto della sua famiglia, Deanna cerca di trovare conforto in Tommy, ma lui, proprio come tutti gli altri, non fa che deriderla e tormentarla.
In più, le sue due migliori amiche hanno cominciato a uscire con alcuni ragazzi, e lei si sente una specie di intrusa tra loro. Cerca allora di mantenere saldo almeno il rapporto con Darren, il fratello maggiore, ma ora che lui e la sua fidanzata sono assorbiti dai loro problemi di genitori adolescenti, deve imparare a difendersi da sola. Lo fa diventando ogni giorno più dura e insensibile, per quanto l’isolamento in cui si ritrova la faccia soffrire terribilmente. Il suo unico sollievo è un giornale su cui descrive la vita di una ragazza anonima… la sua stessa vita. Un romanzo emozionante sul difficile tema del bullismo e su come sia complicato perdonare se non si è disposti a fidarsi ciecamente l’uno dell’altro.
RECENSIONE

I sentimenti intimi che non volevo provare io, li donai a lei.
(Dal quaderno dedicato alla ragazza del mare)

Immaginarsi un padre che ti scopra durante l'effusioni con il proprio ragazzo, penso potrebbe essere una situazione veramente imbarazzante... pensate quindi a quello che può aver provato la nostra protagonista Deanna, che al momento dei fatti aveva solo tredici anni, essere sorpresa sul sedile posteriore di una macchina insieme a Tommy, il migliore amico del fratello, Darren.
Da quel giorno, sia il rapporto idilliaco con il padre, che la sua stessa vita, sono cambiati drasticamente.
Ora sono passati due anni da quel fatidico giorno e ancora adesso, gli abitanti di Pacifico, etichettano Deanna come una "ragazza facile". Deanna quindi si trova a combattere, ogni giorno, contro quelli che sembrano essere, chiari segni di Bullisimo ma anche la sua famiglia, soprattutto suo padre, si ritrova a dover convivere con lo sparlare, da parte dei suoi colleghi, sulla reputazione della famiglia.

Il libro quindi è incentrato soprattutto sull'angoscia e i risentimenti di Deanna, verso un padre che ancora non riesce a perdonarla e per quelle persone che ancora continuano a giudicarla per un errore di due anni fa. Oltre a questo però, l'autrice ci pone davanti anche altri filoni che hanno contribuito a maturare questa ragazza. In primis abbiamo quella dell'amicizia, da anni Deanna e il suo migliore amico Jason, si sono fatti forza l'una con l'altro ma ora Deanna inizia a chiedersi se tra lei e Jason ci sarebbe potuto essere dell'altro oltre all'amicia. Questo quindi non fa che aumentare le sue crisi esistenziali essendo anche Jason fidanzato con la sua seconda migliore amica, Lee.
Inoltre, anche se in secondo piano, ci sono i problemi familiari legati al fratello maggiore, Darren.
Lui e la sua ragazza infatti si sono ritrovati ad essere genitori molto presto, rinunciando così ai loro piani futuri, come il college ecc... ed essere costretti a condividere una stanza all'interno della casa famigliare di Deanna. Ovviamente Deanna, in qualche modo, si sente responsabile anche di questa situazione e per questo motivo, si ritrova a dover lavorare a stretto contatto con il ragazzo che l'ha rovinata, Tommy,  per permettersi in seguito di trovare una sistemazione per lei e suo fratello.


Personalmente i libro non mi ha lanciato tutti questi messaggi positivi, sesso e droga a tredici anni,  evidente assenza dei genitori per entrambi i figli...Per non parlare di un padre che pur di non perdonare è capace di mandare allo sbaraglio la sua famiglia.
Tra l'altro Deanna non mi ha dato l'impressione di essere la solita ragazza ingenua in balia degli eventi ma mi è sembrata più una figura complessa, che vuole a tutti i costi apparire più grande di quello che è. Nonostante ciò però, devo dire che ho apprezzato il fatto che la protagonista, invece di cadere nel baratro e sprofondare come a mio avviso nella vita reale accadrebbe a chiunque, è riuscita piano piano a riemergere, comprendendo così che la vita va affronta facendo piccoli passi e non quelli più lunghi di una gamba.


Nessun commento

Powered by Blogger.