REVIEW PARTY: L'ALIENISTA DI CALEB CARR

Buongiorno readers,
oggi vado subito dritta al sodo perchè voglio parlarvi immediatamente, di un libro straordinario di cui ne sono venuta a conoscenza solo ora, grazie alla Casa Editrice Newton che ha deciso di ripubblicarlo, con una nuova veste, in vista dell'uscita della serie TV su Netflix. Se anche voi, come me, non sapevate ancora dell'esistenza di questo gioiellino, correte a leggere la mia recensione.



L'alienista
di Caleb Carr

Genere: Thriller
Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: € 10,00 (ebook € 4,99 )
Uscita: 30 Novembre 2017


NEW YORK 1896. Il reporter John Schuyler Moore riceve la chiamata inaspettata di Laszlo Kreizler – psicologo e “alienista” –, un suo amico di vecchio corso. Il dottore lo prega di raggiungerlo al più presto per assistere al ritrovamento di un cadavere. Il corpo è stato orrendamente mutilato e poi abbandonato nelle vicinanze di un ponte ancora in costruzione. La vista di quel macabro spettacolo fa nascere nei due amici un proposito ambizioso: è possibile creare il profilo psicologico di un assassino basandosi sui dettagli dei suoi delitti? In un’epoca in cui la società considera i criminali geneticamente predisposti, il giornalista e il dottore dovranno fare i conti con poliziotti corrotti, gangster senza scrupoli e varia umanità. Scopriranno, a loro spese, che cercare di infilarsi nella mente contorta di un assassino può significare trovarsi di fronte all’orrore di un passato mai cancellato. Un passato pronto a tornare a galla di nuovo, per uccidere ancora.
RECENSIONE

Collocatevi in una New York tetra e cupa di fine '800, per capirci, immaginatevela come la Londra Vittoriana di Jack Lo Squartatore.
Aggiungeteci dei raccapriccianti e macabri omicidi. Stringete amicizia con il reporter John Schuyler Moore, l'alienista, nonchè psicologo, Laszlo Kreizler, l'ispettore Theodore Roosevelt e l'intrepida ragazza aspirante detective di nome Sara Howard. Aggiungete poi un ingarbugliato mistero da risolvere e aspettate... come avrete sicuramente già intuito, il successo di questa lettura sarà assicurato.

Fin dai primi capitoli infatti, quando ancora stavo cercando mentalmente di collocare correttamente i personaggi del libro, ho subito pensato che questo thriller/giallo, mi avrebbe dato delle grosse soddisfazioni, e così è stato.

Nella foga di sconfiggerlo, avevamo semplicemente offerto al male un terreno più vasto in cui manifestarsi

Mi sono vista proiettata nella New York del 1896, ho indossato ingombranti sottovesti, sottogonne frù frù vari e ho iniziato a seguire le indagini riguardanti bambini/travestiti orrendemente mutilati. Certo, spesso sono andata un po' in confusione a causa della brillante idea dei protagonisti di rapportarsi a volte con il cognome e altre con il nome. Ma una volta che sono entrata nel meccanismo della storia e ho iniziato a conoscere meglio i protagonisti di questo magnifico libro, tutto è diventato più fluido e semplice.
Essere poi guidati dalla piacevole voce narrante di Moore, mi ha regalato quel pizzico in più di curiosità e interesse, che sono serviti a tenermi incollata e con il fiato sospeso, per tutta la durata del racconto.


Non prendetemi per matta lettori miei ma quello che vi ho descritto, è proprio quello che vi succederà appena aprirete le pagine del libro. Anche voi infatti diventerete parte di questo favoloso intreccio andrenalinico, in cui avrete a che fare con gangster, poliziotti corrotti e omicidi.

Forse a volte l'autore si perde in troppe descrizioni futili che, probabilmente omettendole, avrebbero sicuramente reso meno lungo il romanzo ma vi assicuro che anche così, non troverete mai la storia banale o noiosa. 
L'autore poi, a mio avviso, ha magistralmente rappresentato quelli che sono i classici gialli/polizieschi del calibro di Agataha Christie.
Ho apprezzato tantissimo lo stile narrativo e l'ambientazione della New York di fine Ottocento che, fin da subito, mi hanno aiutata a proiettarmi in quell'epoca fatta di diversità (forte razzismo verso i neri e i poveri) e preconcetti in cui la società, considera i criminali geneticamente predisposti.
Sono stata anche letteralmente colpita da quello che si intuisce, da parte dello scrittore, un grosso studio accurato per quanto riguarda la ricostruzione delle tecniche d’indagine di quel tempo e dei primissimi passi verso quello che oggi chiamiamo Scientifica.

In conclusione se siete amanti del thriller, del mistero e delle belle storie non potete assolutamente perdervi questo fantastico libro, soprattutto perchè Caleb Carr è un abile narratore capace di mischiare fatti reali con i personaggi e riferimenti storici con la fantasia.



        FOCUS ON: Theodore Roosevelt


Theodore Roosevelt pur non essendo uno dei protagonisti principale di questo libro, è colui che, per fermare i macabri omicidi che fanno da sfondo alla New York di fine Ottocento, raduna attorno a sé, una squadra anti-convenzionale.


Il Comandante infatti amante fin da subito delle pari opportunità, da vita, a quella che oggi si definirebbe una Task-Force.

Attraverso la sua super visione, vengono quindi chiamati: John Schuyler Moore, giornalista del New York Times, i fratelli Marcus e Lucius Isaacson, ispettori ebrei, brillanti quanto stravaganti, Sara Parker, una delle prime donne di quel tempo ad entrare nelle forze di sicurezza, e Laszlo Kreizler, alienista/psicologo nonchè la mente brillante del gruppo.

Il libro si apre proprio in ricordo alla morte di questo personaggio per poi avvolgere tutto e iniziare il racconto. Roosevelt ha provato uno dei dolori più grandi che un genitore possa prova, perdere un figlio.
 
SEGNI PARTICOLARI: Occhi piccoli rispetto alla testa tozza e robusta, folti baffi ispidi e naso largo.
 
"Theodore è sottoterra.
Scrivo queste parole e mi sembrano senza senso, così come l'immagine della sua bara calata in una fossa di terra sabbiosa vicino a Sagamore Hill, il luogo che più amò nella vita."


Volete un piccolo assaggio della Serie TV in uscita? Allora venite a dare un'occhiata al trailer.

2 commenti

  1. Ne stavo giusto aspettando la ristampa per poter avere Luke Evans in copertina!*__* Lo comprerò sicuramente e non vedo l'ora di vedere la serie tv!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono troppo curiosa speriamo che meriti come il libro...

      Elimina

Powered by Blogger.